Home Eventi e mostre MEMORIA STORICA: a Palazzo Ducale la mostra "Fratelli Rosselli, storia di giustizia e libertà"

MEMORIA STORICA: a Palazzo Ducale la mostra "Fratelli Rosselli, storia di giustizia e libertà"

Locandina invito mostra fratelli Rosselli
Data: 
Venerdì, 12 Aprile, 2019
Luogo di svolgimento: 
Cortile Carrara
Descrizione: 

Rendere onore alla memoria dei Fratelli Rosselli, tributare un omaggio agli oltre 110 Caduti che Giustizia e Libertà diede alla causa dell'Italia libera e Repubblicana, nonché agli oltre 1000 Combattenti che in essa militarono, riflettere sul passato per comprendere il presente.
Sono questi alcuni degli obiettivi della mostra "Fratelli Rosselli, storia di giustizia e libertà“ inaugurata oggi, 4 aprile, a Palazzo Ducale nei locali al piano terra dell’ex Caffetteria, alla presenza, tra gli altri, di Valdo Spini, presidente della Fondazione Circolo fratelli Rosselli che promuove la rassegna storico-espositiva, del sindaco di Lucca Alessandro Tambellini con l’assessore Ilaria Vietina, del presidente dell’Istituto storico e della Resistenza di Lucca Stefano Bucciarelli e di Rosalba Ciucci dell’Anpi Lucca.

Attraverso l’esposizione di 21 pannelli si ripercorre parte dall’infanzia e dalla giovinezza dei due fratelli Rosselli, cresciuti in una famiglia di forte impronta risorgimentale e mazziniana. 
Dopo la prima guerra mondiale, nella quale muore il fratello maggiore Aldo, Carlo e Nello Rosselli trovano il loro punto di riferimento del grande storico Gaetano Salvemini, Nel 1926 Carlo Rosselli, Sandro Pertini e Ferruccio Parri organizzano l’evasione dall’Italia dell’anziano leader socialista Filippo Turati. Carlo Rosselli viene processato a Savona, inviato al confino a Lipari, da cui evade nel 1929. Giunto in Francia si mette alla testa di un nuovo movimento antifascista “Giustizia e Libertà”. Nel 1936 partecipa alla guerra di Spagna in difesa della Repubblica. Rientrato in Francia viene ucciso dalla Cagoule su mandato del governo fascista il 9 giugno del 1937 insieme al fratello Nello che lo aveva raggiunto da Firenze. 

La mostra – curata dalla Fondazione Circolo Fratelli Rosselli - rimarrà aperta nel palazzo della Provincia fino al 12 aprile, ed è uno degli appuntamenti del ricco programma di “Liberi Tutti, il 25 aprile a Lucca” che prevede mostre, concerti, commemorazioni pubbliche, presentazioni e incontri per la Festa di Liberazione dell'Italia dal nazifascismo promossi congiuntamente da Provincia, Comune di Lucca, Anpi Lucca, Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea, Fiap (Federazione Italiana Associazioni Partigiane) e Atvl. 

Orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18. Per le scuole è possibile prenotare visite guidate: tel. 0583-417481; scuolapace@provincia.lucca.it

Galleria fotografica: 
Un momento dell'inaugurazione
alcuni pannelli espositivi della mostra
Una delle foto storiche esposte