Home Restauro I restauri dell'anno 2017

I restauri dell'anno 2017

 

In occasione del G7 dei Ministeri degli Esteri che si è svolto a Lucca il 10 e 11 aprile 2017, Palazzo Ducale è stato oggetto di ulteriori interventi di restauro e manutenzione, coordinati dal Servizio Lavori Pubblici, pianificazione territoriale, mobilità e viabilità, patrimonio e protezione civile della Provincia di Lucca, realizzati grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Si riepilogano i principali interventi di restauro, conservazione e manutenzione effettuati:

  • Il cortile degli Svizzeri è stato riasfaltato con l'asfalto “natura”;
  • Per tutte le sale sono stati restaurati i decori e le balze (da terra fino a un metro circa di altezza), recuperando i colori originari, con particolare attenzione all'oro;
  • E' stato rivisto l'impianto di illuminazione con l'obiettivo di valorizzare gli elementi storico/artistici che caratterizzano le sale e gli ambienti;
  • Scala Regia: sono state ripulite le pareti ed i decori parietali e ricostruite le parti mancanti o deteriorate; è stato effettuato un intervento protettivo con silicati di potassio che conferiscono un aspetto setato alle pareti. E' stato rivisto l'impianto di illuminazione con faretti a Led attraverso i quali risultano valorizzati i vari simboli borbonici che decorano il soffitto e le pareti (giglio, rocca, grifoni);
  • Sala Staffieri: il cotto originario è stato decerato, lavato e ricerato, dopo aver rimesso in posizione le piastrelle smurate e aver omogeneizzato la colorazione rossastra;
  • Sala delle Guardie: il pavimento è un finto seminato alla veneziana. E' stata usata una resina colorata che riproduce fedelmente il disegno originale del pavimento fortemente deteriorato; l'affresco è stato consolidato (in particolare nella zona della firma) e sono state ricostruite le piccole parti mancanti dell'affresco;
  • Sala dei Ciamberlani: il pavimento in seminato alla veneziano è stato risistemato e ricostruito nelle parti mancanti, con tecniche varie. Laddove è stata usata la resina la stessa è stata dipinta per riprendere il disegno originario;
  • Sala del Trono: il pavimento è dipinto, è una sorta di "affresco" a terra; sono state "ricucite" le parti mancanti e sono state ripitturate le forme decorative con pennelli e altre tecniche. Il pavimento dopo essere stato dipinto è stato coperto con una resina protettiva trasparente;
  • Sala dei Consiglieri: per il pavimento sono state ricucite le crepe ed è stata stesa la resina protettiva trasparente;
  • Gabinetto del Sovrano: per il pavimento sono state ricucite le crepe ed è stata stesa la resina protettiva trasparente;
  • Sono stati ricostruiti anche due piccoli bagni, di cui uno in prossimità del Gabinetto del Sovrano. In essi è stato ripreso il cromatismo delle sala che sta accanto per continuare nel percorso di valorizzazione degli spazi. Per gli accessori infine sono stati utilizzati elementi di design moderno di alta qualità.

 

Italiano