Home Palazzo ducale Le antiche Istituzioni La Biblioteca Palatina

La Biblioteca Palatina

Fondata da Maria Luisa di Borbone nel 1819, la Biblioteca del Palazzo Ducale divenne la più importante raccolta cittadina di opere a stampa e manoscritti per merito del duca Carlo Ludovico e del bibliotecario Pietro Pera (canonico e poi arcivescovo di Lucca). Con importanti acquisizioni di intere biblioteche privale lucchesi e continui acquisti sul mercato italiano di codici, opere rare o di pregio nel 1841 contava più di 40'000 volumi ed era collocata in sedici stanze contigue nel mezzanino del Palazzo nell’ala fra i due cortili. Nel 1835 la Biblioteca Palatina fu aperta al pubblico. La grande raccolta sistemata in 500 casse seguì nel 1847 l’ex duca di Lucca sul suo nuovo trono a Parma e lì rimase. Nel 1934 solo 190 manoscritti di argomento Lucchese furono restituiti alla Biblioteca Statale di Lucca.