Home Notizie GIOVANI - SCUOLA - FAMIGLIA: mercoledì 9 maggio il prof. Galimberti a Palazzo Ducale per l'incontro "La Parola ai giovani"

GIOVANI - SCUOLA - FAMIGLIA: mercoledì 9 maggio il prof. Galimberti a Palazzo Ducale per l'incontro "La Parola ai giovani"

Venerdì, 4 Maggio, 2018

Le problematiche dei giovani, il ruolo dei docenti, della scuola, dei genitori nell'approccio educativo e come si rapportano gli uni con gli altri.
Di questo e molto altro si parlerà mercoledì 9 maggio, a Palazzo Ducale (sala Tobino), alle 9.15, nel corso della conferenza intitolata “La Parola ai Giovani” tenuta dal noto filosofo e psicoterapeuta, nonché collaboratore di Repubblica Umberto Galimberti. 

L'incontro – rivolto agli studenti del territorio ma aperto a coloro che sono interessati alle tematiche trattate - è promosso dalla Provincia e dal Comune di Lucca, dall'Associazione di promozione sociale Oikos, dal Cantiere Giovani, dal Centro territoriale per l'inclusione c/o ISI "N. Machiavelli".

"Ai giovani - dice Galimberti in un'intervista su Orizzonte Scuola - vorrei dire una cosa. Non dimenticate che il futuro è vostro, è nelle vostre mani. Non dovete chiedere a noi grandi cosa fare. Certo, vi trovate in una società veramente scadente...Non so quali siano le strategie, però non dimenticate che il futuro è vostro. Questa forza la dovete interiorizzare psicologicamente, non è una situazione di passività:il futuro dovete farlo vostro e spero che sappiate operare le scelte giuste. Ma conoscere è la base per scegliere, perché, se non so niente, scelgo a caso: la conoscenza è la condizione per scegliere e i più colti sono anche i più liberi. In ogni caso la conoscenza è la prima condizione per la libertà: non si è liberi se non si ha conoscenza".

E' in questa direzione che le attività dei promotori si muovono, offrendo agli adolescenti e ai giovani opportunità di formazione, di educazione e di aggregazione, nei contesti più disparati, così come disparati sono i luoghi in cui i giovani agiscono.

L'incontro con Umberto Galimberti servirà anche per capire come possano essere sviluppati i progetti come quello del 'Cantiere', promosso dalla Provincia di Lucca o i Club Job di Oikos congiuntamente al Comune di Lucca e alla Conferenza dei Sindaci della Piana di Lucca, così come le tante iniziative promosse dalle scuole, in modo da risultare più incisivi nel colmare quel vuoto interiore che i giovani sembrano portarsi dietro senza trovare niente per riempirlo di aspettative, valori, prospettive di impegno. 

Quel vuoto di futuro che, dice Galimberti: “è sintomo di mancanza di scopo; mancanza di risposte ai perché; svalutazione di tutti i valori. Sebbene la storia vada avanti grazie alla svalutazione di alcuni valori e alla rivalutazione di altri, il futuro non è più percepito come una promessa, ma come una minaccia, è imprevedibile. I giovani si chiedono: perché mi devo impegnare? Perché mi devo dare da fare se il futuro non mi promette niente?”.