Home Categoria Tags eventi

eventi

La Provincia aderisce a Light it up blue, giornata sulla consapevolezza dell'autismo. Sono stati illuminati di blu Cortile Carrara e il ponte di Rivangaio

Data notizia: 
Venerdì, 31 Marzo, 2017

 

Anche il cortile Carrara di Palazzo Ducale e il ponte di Rivangaio, sulla strada provinciale n. 2 “Lodovica”, sono stati illuminati di blu, venerdì 31 marzo, fino a domenica 2 aprile in occasione dell'iniziativa Light it up blue. 

La Provincia di Lucca, infatti, ha aderito simbolicamente alla campagna mondiale promossa per sostenere la ricerca scientifica per combattere l'autismo, una malattia su cui si sta creando una sensibilità particolare da parte dell'opinione pubblica, grazie anche ad iniziative di divulgazione scientifica e di informazione come quelle promosse, a livello internazionale, da 'Autism Speaks' che ha coniato lo slogan e realizzato la mission seguita da migliaia di famiglie coinvolte da questa sindrome cresciuta di ben 10 volte negli ultimi 40 anni. Lo slogan è “Non chiudere la porta alla conoscenza, accendi una luce di blu”.

La Provincia ha scelto quindi Palazzo Ducale, uno dei complessi architettonici più importanti della città e sede dell'ente, per lanciare il messaggio di adesione all'iniziativa, ma anche il ponte di Rivangaio in quanto dotato da alcuni anni di un impianto luci a led che consente di variare la tipologia del colore. Inaugurata il 2 giugno del 2014 (Festa della Repubblica) la nuova illuminazione a led del ponte è in grado di variare d'intensità ed è utilizzata in occasioni e ricorrenze particolari con la scelta di colorazioni...a tema, come nel caso, stavolta, di Light it up blue.

L'appuntamento principale dell'iniziativa, a Lucca, era in programma domenica sera, 2 aprile, alla Cavallerizza. Il ricavato della serata è stato devoluto ad alcune associazioni locali che si occupano delle persone affette da questa sindrome.

Solo per citarne alcuni, a livello mondiale, sono stati illuminati di blu per Light it up blue: la fontana dei Dioscuri del Quirinale a Roma, l'Empire State Building a New York, la Willis Tower di Chicago, la CN Tower di Toronto, la statua del Cristo Redentore a Rio De Janeiro e la Kingdom tower di Riyadh in Arabia Saudita.

Maggiori info su: www.fondazione-autismo.it/

G7 Ministri degl'Esteri a Lucca

palazzo
Data notizia: 
Martedì, 28 Marzo, 2017

 

“La città di Lucca, nel solco della sua tradizione secolare, è tornata ad essere una capitale a livello mondiale, ospitando il 10 e l’11 aprile i il meeting del G7. Siamo stati orgogliosi di questa grande opportunità di visibilità che abbiamo avuto a livello internazionale, presentando Lucca al Mondo come città aperta, in grado di ospitare grandi eventi istituzionali, luogo di decisioni importanti che sono andati molto oltre i confini locali. 

Troppo spesso abbiamo sentito parlare della nostra città come una realtà chiusa, immobile, ripiegata su se stessa. Una città da difendere anziché da lanciare. Noi abbiamo ritenuto, invece, che Lucca sia una città da lanciare, perché soltanto ponendola al pari delle grandi realtà europee e mondiali le abbiamo riconosciuto quella ricchezza di patrimonio intellettuale, di bellezza e qualità di vita che possedeva, e quindi le abbiamo permesso di essere una capitale in ambiti come l’innovazione, l’economia sostenibile e il terzo settore. 

La Lucca che volevamo, in linea con il suo grande passato di città operosa, di pace e solidale, è stato un luogo in cui i giovani cervelli degli altri Paesi venivano a studiare, dove le imprese, anche straniere, hanno investito per portare innovazione e occupazione, una città che si è posta sempre di più come mèta turistica rivolgendosi a un pubblico mondiale interessato all’arte, alla cultura e a uno stile di vita di qualità. Con l’appuntamento internazionale del G7 siamo stati di fronte a un nuovo e ulteriore ‘biglietto da visita’ per Lucca, che ha parlato di una tradizione di grande città che affonda le sue radici nel passato, l'ha aperta con fierezza al Mondo in un orizzonte di città aperta, dinamica e innovatrice.

Siamo stati consapevoli che eventi eccezionali come quello che ci apprestavamo a vivere ha portato con sé, per ragioni legate alla sicurezza, degli adattamenti nella vita quotidiana dei cittadini e delle imprese del centro storico, e abbiamo lavorato con tutti i soggetti preposti per limitarli quanto più possibile. Siamo stati convinti che Lucca era pronta a vivere al meglio questo rilevantissimo appuntamento istituzionale e questa grande occasione di visibilità, mostrando al Mondo di che cosa Lucca era capace”.

Il presidente della Provincia Luca Menesini
Il sindaco di Lucca Alessandro Tambellini